HOME PAGE

 LA PARROCCHIA

 MESSE E LITURGIA


Orario S. Messe


FESTIVE

7.30 - All'Ospedale
8.00 - Nella Parrocchiale
9.30 - In Basilica
10.30 - Nella Parrocchiale
18.30 - Nella Parrocchiale



FERIALE ( da lunedì a venerdì )

In Parrocchia: 7.00 - 8:30
In Basilica: 18:30


SABATO E VIGILIE

In Parrocchia: 8:30
In Basilica: 16:30 prefestiva
In Parrocchia: 18:30 prefestiva



 CALENDARIO LITURGICO



 VITA DEI GRUPPI PARROCCHIALI

 VIDEOFOTOGALLERY


 LITURGIA DEL GIORNO




 Basilica di S. Maria degli Angeli (sec. XV - seconda metà)


Le immagini della processione dalla Basilica di Santa Maria degli Angeli al Santuario della Madonna del Popolo
Nella galleria fotografica sono presenti 47 fotografie.
Venerdi 6 Settembre
Visualizza le immagini


  CONFERENZA STAMPA
28 AGOSTO 2013


Rassegna fotografica





  "RICOSTRUIAMO LA CITTA'"
incontro con PADRE MARIO TOFFARI
AUDITORIUM S. FILIPPO - GARDONE V.T.
30 GENNAIO 2013
  "RICOSTRUIAMO LA CITTA'"
AUDITORIUM S. FILIPPO - GARDONE V.T.

Daniela Bandiera
Enzo Torri
Luisa Scaglioni
23 GENNAIO 2013
  "RICOSTRUIAMO LA CITTA'"
AUDITORIUM S. FILIPPO - GARDONE V.T.

Mons. Antonio Filippini
16 GENNAIO 2013

SAN FRANCESCO E IL FRANCESCANESIMO

Interventi audio di: FOTO EVENTI 500° ANNIVERSARIO DELLA BASILICA DI S. MARIA DEGLI ANGELI

25 SETTEMBRE 2012 PRESENTAZIONE ED APERTURA ANNO

Nella galleria fotografica sono presenti 29 fotografie.

Visualizza le immagini

29 SETTEMBRE 2012: CELEBRAZIONE EUCARISTICA PRESIEDUTA DA S.E. CARD. GIOVANNI BATTISTA RE

Nella galleria fotografica sono presenti 49 fotografie.

Visualizza le immagini

03 OTTOBRE 2012: RAPPRESENTAZIONE TEATRALE 'FRANCESCO DI TERRA E DI VENTO'

Nella galleria fotografica sono presenti 16 fotografie.

Visualizza le immagini

16 DICEMBRE 2012: LA SANTA MESSA CON PADRE RANIERO CANTALAMESSA

Nella galleria fotografica sono presenti 17 fotografie.

Visualizza le immagini



Incontri sociali
11 Gennaio 2013

Celebrate la solennità del Natale - nel quale Dio visita il suo popolo non in forma provvisoria ma con scelta definitiva, perché assume in tutto e per tutto la condizione umana (e questo è l’evento fondamentale della storia); celebrata anche la festa dell’Epifania – nella quale il Dio diventato uomo si manifesta ai Magi chiamati da paesi lontani come simbolo di tutta l’umanità che si trova in ricerca e in cammino verso la luce; la festa del Battesimo di Gesù viene a noi per confermarci circa la vera identità del Cristo:“Questi è il Figlio mio, l’eletto, ascoltatelo” e circa la sublime dignità di cui sono rivestiti coloro che credono in lui:”A quanti lo hanno accolto ha dato il potere di diventare figli di Dio”.

Al fondamento di queste realtà non può che far seguito il discorso dell’azione. Siamo sollecitati “a vivere con sobrietà, giustizia e pietà”. La pietà indica l’atteggiamento spontaneo e fiduciale verso Dio, che deve sempre caratterizzare la condotta quotidiana del cristiano. La sobrietà sottolinea l’esigenza di una misura, di un equilibrio nell’uso delle cose e dei beni, di cui soprattutto in questo tempo sbilanciato verso il consumo, l’esagerazione e il superfluo vediamo l’importanza. La giustizia infine richiama la totalità dei rapporti di ciascuno verso l’altro e verso il corpo sociale. Nessuno può vivere solo per se stesso perché siamo un unico corpo.
v Sulla base di quest’ultima considerazione mi piace dare la comunicazione circa la proposta di tre incontri di carattere sociale (vedi locandina “Ricostruiamo la città”). Già l’antico filosofo scriveva che la realtà è in continua trasformazione, “tutto scorre come l’acqua in un fiume”, ma straordinaria e incontrollabile si è fatta l’accelerazione del cambiamento. Ci fermeremo tre serate per riflettere, per capire, per confrontarci e quindi vedere di prendere orientamenti adeguati e di crescere in senso di responsabilità.

don Francesco





Cinquecento anni
Li festeggia la Basilica di Santa Maria degli Angeli in Gardone ValTrompia
"VALTROMPIASET Edizione del 17/10/2012"



500° ANNIVERSARIO DELLA BASILICA DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI
IL CALENDARIO DELLE CELEBRAZIONI E DEGLI APPUNTAMENTI SIGNIFICATIVI












Questa chiesa e l’annesso convento dei Minori Osservanti sorgono nella seconda metà del sec. XV su un appezzamento donato, nel 1442, dalla famiglia Avogadro a Bernardino da Siena.
In particolare la chiesa – consacrata nel 1513 e già insignita del titolo di Basilica Minore – ripete le forme architettoniche tipiche degli edifici sacri francescani: una navata unica, priva di transetto, con tre piccole cappelle che si aprono sul lato sinistro rispetto a chi entri dal portale maggiore. A questo si accede da un atrio che reca deboli frammenti affreschivi. Nella lunetta sopra il portone più evidente è il monogramma di Bernardino, recentemente rifatto.
Anche l’interno è impreziosito da un ciclo di affreschi, eseguiti da artisti bresciani del primo Cinquecento. Particolarmente segnalabili quelli della zona absidale, con la lunetta centrale che presenta una Madonna degli Angeli, datata 1502 e stimata di scuola foppesca. Notevoli anche le due Sacre conversazioni che si situano ai lati dell’arcone che apre la cappella maggiore e i dipinti che si ammirano sui pilastri che separano le cappelle laterali.
Il S. Bernardino dipinto sulla parete della navata contigua al chiostro è attribuito a Floriano Ferramola (1478 c. - 1528).
Fino all’allontanamento forzato e definitivo dei Minoriti (1805), la Basilica vantava una ricchissima quadreria comprendente – tra gli altri capolavori – un grande polittico e una tela del Moretto – oggi divisi tra il Museo del Louvre a Parigi e la pinacoteca di Brera in Milano –, una tela del Romanino – poi venduta a un Istituto di Credito – e un secondo polittico, opera di un non meglio precisato Maestro di Gardone che, secondo alcuni critici potrebbe identificarsi in Pietro Bonvicino, padre del Moretto. Le tavolette che formano questa composizione sono oggi visibili nella pinacoteca Tosio Martinengo a Brescia. La Basilica conserva attualmente alcune tele attribuite a maestri bresciani: da Antonio Gandino (1560 - 1630) a Camillo Rama (1586 - 1629?) da Pompeo Ghitti (1631 - 1704) a Bernardino Podavini (1728 - 1798), del quale è certa la paternità di una Crocifissione.
Nella cappellina laterale, prossima all’ingresso principale, notevolissimo un Crocifisso ligneo, policromo, assegnabile agli anni Trenta del Cinquecento e attribuibile a Clemente Tortelli (1500 - dopo il 1573). In Coro un organo Inzoli posato nel 1985.


Basilica Santa Maria Degli Angeli

Visualizza le immagini


PARROCCHIA DI S. MARCO
VIA COSTA, 2 - 25063
GARDONE VAL TROMPIA - BS
Tel. 030 8912432
Email: info@parrocchiagardonevt.it
Iscrizione al Tribunale n° 400 - del 25-07-1989
Iscrizione alla Prefettura n° 109 - del 23-09-2002

Patrono: S. MARCO


SEI IL VISITATORE N° 13853. GRAZIE